La nuova procedura di test dei consumi e dei gas di scarico WLTP (Worldwide Harmonized Light-Duty Vehicles Test Procedure) offre più trasparenza e sostituisce gradualmente il NEDC (New European Driving Cycle). La WLTP sarà obbligatoria per tutti gli stati membri dell'UE; altri stati testeranno un'introduzione in un secondo momento.


Spiegazione WLTP e NEDC

A partire dal 1 settembre 2017, con la WLTP è stata eseguita una nuova procedura di test dei consumi e dei gas di scarico, la quale, rispetto al NEDC finora utilizzato, fornisce più nel dettaglio risultati orientati alla reale guida. Tutti i veicoli di nuovo sviluppo o dotati di nuovi aggregati, da settembre 2017, vengono certificati secondo la WLTP. Da settembre 2018 avrà validità il sistema WLTP per tutti i veicoli ancora da omologare. Conformemente, entro agosto 2018 smart certificherà la gamma di autovetture con la WLTP. Nella fase di transizione verranno offerti veicoli sia con WLTP sia con NEDC. Inoltre, verrà fornito un valore di consumo NEDC derivato, il quale risulta anche maggiore, dalle condizioni limite della WLTP. Tale valore sarà presente nella documentazione di vendita fino al 2020.

Spiegazione WLTP e NEDC

WLTP e NEDC a confronto

  WLTP NEDC
Temperatura di avvio freddo freddo
Durata del ciclo 1.800 s 1.180 s
Tempo di fermo 242 s 267 s
Percentuale di arresti 13,4% 22,6%
Distanza 23.262 m 10.931 m
Velocità massima 131,3 km/h 120 km/h
Velocità media 46,5 km/h 33,35 km/h
Gli equipaggiamenti speciali del modello personalizzato saranno tenuti in considerazione per peso, aerodinamica, resistenza al rotolamento, necessità della rete di bordo; senza climatizzatore non sono tenuti in considerazione, eccetto i pneumatici; 
senza climatizzatore
Temperatura 23°C 25 +/- 5°C

Cosa significa per me cliente?

L'introduzione della WLTP (Worldwide Harmonized Light Vehicle Test Procedure) offre più trasparenza relativamente al consumo di carburante. I clienti traggono vantaggio dalla WLTP, poiché fornisce un criterio di confronto più realistico per i valori di consumo ed emissioni di modelli diversi di veicolo. Tuttavia, anche i valori di consumo e di CO2 si modificano a causa delle condizioni limite diverse: Ai fini del processo, nella WLTP un veicolo tecnicamente uguale presenta un valore numerico di consumo e di CO2 maggiore rispetto a quello NEDC (New European Driving Cycle). Ciò dipende ad es. da se nel nuovo ciclo si tiene conto degli equipaggiamenti speciali e delle condizioni limite aumentate.

La WLTP fornisce valori precisi.

La WLTP fornisce valori precisi.

Poiché nella WLTP si tiene conto degli equipaggiamenti personalizzati, i valori sono più precisi rispetto al NEDC, quasi specifici del veicolo. Per il consumo giornaliero attuale ciò non cambia.
Da settembre 2017 si esegue una nuova procedura di test dei consumi e dei gas di scarico nell'industria automobilistica: tutti i veicoli di nuova omologazione vengono testati secondo la WLTP. In parallelo viene determinato anche il valore di consumo NEDC, indicato come unico valore valido nella documentazione pubblicitaria.
Entro settembre 2018 smart omologherà progressivamente la gamma secondo la WLTP. Da quel momento si prevede che i nuovi valori WLTP vengano specificati in tutta la documentazione di vendita e nelle altre pubblicazioni. I modelli di fine serie verranno indicati con il consumo NEDC.

Introduzione del ciclo WLTP.

Introduzione del ciclo WLTP.

Lo scopo della WLTP è uniformare le procedure di test a livello mondiale. Rispetto a ciclo NEDC, tale procedura fornisce più nel dettaglio risultati orientati alla reale guida. I veicoli usati non sono interessati da questa transizione, pertanto continueranno a mantenere i loro valori NEDC certificati. Almeno entro la fine del 2020 verranno determinati i valori WLTP e NEDC per tutti i veicoli. Questi si trovano sia nelle relative certificazioni sia nella documentazione della vettura. Dal 2021, i valori di misurazione WLTP calcolati saranno gli unici valori di consumo ed emissioni per tutte le autovetture, purché ciascuno stato europeo abbia adeguato il proprio sistema fiscale. Le fasi effettive dei test della WLTP sono abbreviate con WLTC e suddivise in tre classi. Pressoché tutte le autovetture vengono testate nel WLTC classe 3 (Worldwide Harmonized Light-Duty Vehicles Test Cycle) valido per tutti i veicoli dotati di un rapporto peso-potenza maggiore di 34 kW/t (46 CV/t peso a vuoto).

La WLTP: maggiore trasparenza.

La WLTP: maggiore trasparenza.

Grazie alla WLTP i clienti smart dispongono di valori di consumo specifici del veicolo, più realistici e trasparenti. Prescindendo da modello e produttore, la confrontabilità rimane, tuttavia i consumi calcolati rispecchiano maggiormente la quotidianità e tengono conto di fattori diversi rispetto al NEDC. smart è favorevole sia a un nuovo test in laboratorio più realistico, sia a misurazioni in strada. Ciò crea maggiore chiarezza, trasparenza e sicurezza per i clienti smart. Con l'introduzione di WLTP e RDE (Real Driving Emissions) è stato compiuto un passo importante in questa direzione.

Cosa significa per il cliente?

Cosa significa per il cliente?

Selezionando equipaggiamenti speciali, in futuro i clienti potranno determinare in modo più preciso il valore di CO2 del proprio modello di vettura rispetto a prima. Per garantire chiarezza e la maggior trasparenza possibile, smart segue attivamente le fasi dell'introduzione della WLTP e informa opportunamente concessionari e clienti. A tal fine, viene utilizzata anche una nuova forma di visualizzazione relativa agli equipaggiamenti: dal modello con il fabbisogno energetico minore fino alla versione con la necessità maggiore. Numericamente questa forbice si estende da “WLTP Low” (equipaggiamento speciale minimo) fino a “WLTP High” (equipaggiamento speciale massimo).


Ecco come richiedere i risultati RDE.

Ecco come richiedere i risultati RDE.

Scoprite il rapporto di emissioni del vostro veicolo in condizioni reali.

Scoprite il rapporto di emissioni del vostro veicolo in condizioni reali.
Il termine Real Driving Emissions (RDE) descrive il reale rapporto di emissioni dei gas di scarico di automobili, autocarri e autobus utilizzati quotidianamente. Finora, le misurazioni dei gas di scarico per l'omologazione del veicolo venivano eseguite esclusivamente su  banchi di prova. Dall' entrata in vigore della normativa RDE (UE) 427/2016 a marzo 2016, le emissioni entro un limite definito devono essere misurate anche in circostanze reali di marcia. Insieme ai valori limite RDE in condizioni di marcia reali, da rispettare da settembre 2017, questo è un importante passo verso un futuro più pulito e meno inquinante dell'automobile.

Potete richiedere i risultati RDE dei nostri veicoli smart, raccolti da noi in qualità di produttori e da servizi tecnici qualificati e indipendenti, indicando il PEMS Test Family della vostra vettura smart nel modulo seguente. 


Domande frequenti.

Cos'è WLTP?

L'abbreviazione WLTP sta per Worldwide Harmonized Light-Duty Vehicle Test Procedure ed è una procedura di controllo, che calcola i valori di consumo e dei gas di scarico di un veicolo su un banco di prova a rulli. Dal 1 settembre 2017 la WLTP è stata introdotta gradualmente e sostituisce la procedura di controllo precedente NEDC.

Grazie al suo orientamento dinamico, la WLTP si avvicina notevolmente di più alla guida reale rispetto a prima. La WLTP si contraddistingue per le accelerazioni decisamente maggiori, nonché per un profilo di marcia nettamente più dinamico. La velocità massima è stata aumentata a 131 km/h, la velocità media a 47 km/h.

Il tempo di marcia è prolungato a 10 minuti, il contributo alla marcia in autostrada riprodotta sui rulli viene aumentato, nello stesso momento vengono ridotti i tempi di fermo. Il tratto di marcia raddoppia a 23 chilometri.

I punti di innesto vengono calcolati all'inizio, in modo specifico per il veicolo e per la catena cinematica. Tutti gli equipaggiamenti speciali, che influenzano l'aerodinamica del veicolo, dotati di resistenza al rotolamento o massa del veicolo, verranno inclusi nella misurazione. Il consumo di corrente delle funzioni di comfort provoca un aumento del valore di CO2. Nel primo livello della WLTP viene escluso solo il climatizzatore. Con la WLTP viene introdotto uno standard obbligatorio a livello mondiale.

I Paesi UE danno il buon esempio. Ciò aiuta a uniformare tra di loro il consumo di carburante e le emissioni inquinanti di veicoli di produttori differenti. Inoltre, gli standard contribuiscono alla verifica da parte delle autorità della conformità dei valori limite dei gas di scarico obbligatori, dall' idrocarburo incombusto  (HC), passando per monossido di carbonio (CO), ossido di azoto  (NOx) fino ai particolati .

Cos'è WLTC?

I cicli di marcia della WLTP si chiamano WLTC: Worldwide Harmonized Light-Duty Vehicles Test Cycle. Per tipi di veicolo diversi sono stati sviluppati tre cicli di marcia differenti nella WLTP, i quali tengono conto del rispettivo rapporto peso-potenza. La maggior parte delle autovetture omologate nell'UE, dotate di un rapporto peso-potenza maggiore di 34 kW/t (46 CV/t), viene attribuita al WLTC classe 3. Il ciclo di test per veicoli della classe 3 si suddivide in quattro parti: Low, Medium, High, Extra High. Queste simulano il funzionamento di marcia in città e fuori, nonché sulle strade a scorrimento veloce e in autostrada.

Cos'è NEDC?

Il NEDC (New European Driving Cycle) è il ciclo di test attualmente valido per le autovetture. Con l'obiettivo di mettere a disposizione del cliente valori riproducibili e comparabili, a prescindere dal produttore, il primo ciclo di marcia europeo è entrato in vigore nel 1970. Nel 1992 è stato esteso al di là del traffico urbano. La velocità media del NEDC è limitata a 34 km/h, analogamente le accelerazioni e la velocità massima di 120 km/h. La combinazione di cicli non corrisponde più alla distribuzione media attuale delle parti di tratti differenti.

Né aerodinamica e peso né il consumo energetico di equipaggiamenti supplementari e le funzioni di comfort quali climatizzatore, radio o riscaldamento del sedile rientrano nella misurazione. A questo si aggiungono i parametri tecnologici che favoriscono le differenze.

La tecnologia start/stop ha un'influenza relativamente elevata nel NEDC, poiché quest'ultimo contribuisce molto ai tempi di fermo. Nei veicoli con cambio manuale non vengono presi in considerazione i parametri specifici della vettura durante il rilevamento dei punti di innesto.

Il che può portare a enormi differenze di consumo rispetto al funzionamento reale . A causa dei continui progressi tecnologici, il NEDC non è più al passo coi tempi e ormai superato.

Cos'è RDE?

RDE sta per Real Driving Emissions ed è un test su strada per il controllo di emissioni inquinanti. Viene descritto come il rapporto di emissioni dei veicoli testato su strada in condizioni reali. Finora, le misurazioni dei gas di scarico per l'omologazione del veicolo venivano eseguite esclusivamente su banchi di prova. Da marzo 2016 le emissioni entro un limite definito devono essere misurate anche in circostanze reali di marcia. Utilizzando un dispositivo PEMS (Portable Emissions Measurement System) vengono misurate le emissioni di ossido di azoto (NOx) e monossido di carbonio (CO). In un momento successivo verranno calcolate anche le emissioni di particolati. Non è presente alcun ciclo definito, la misurazione viene effettuata durante la marcia nel traffico quotidiano in conformità al codice della strada. I veicoli vengono utilizzati da 90 a 120 minuti su strade pubbliche, per un terzo del tempo in città, un terzo fuori città e un terzo in autostrada. Per la città è prevista una velocità media tra 15 e 30 km/h, sull'autostrada bisogna impiegare velocità di 90 e almeno 110, ma non superiori a 145 km/h. La temperatura esterna deve essere tra 0 e 30 °C, il climatizzatore è acceso.

La guida di prova non deve essere effettuata oltre i 700 metri sul livello del mare e può presentare solo 100 metri di differenza in altezza. Da settembre 2017, nel RDE i valori limite delle sostanze inquinanti Euro 6 nei test su strada devono essere rispettati. Nella prima fase ciò è valido per i modelli di nuova omologazione a partire dal 1 settembre 2017 e al più tardi settembre 2019 per tutti i modelli.